Archivio per dicembre, 2010

Una lunga tradizione che nasce dalla passione per la coltivazione dell’uva e per la lavorazione del mosto secondo antiche ricette – fatte di ingredienti e tecniche segreti – che dai primi anni del 900 legano il destino della famiglia Lombardini alla produzione di lambrusco e di aceto balsamico.
Tradizione che Cecilia Lombardini ha scelto di raccontare in un suo blog personale: ricette dove i piatti ricchi e gustosi della cucina emiliana si incontrano con gli aceti e vini tipici delle nostre terre e che la famiglia Lombardini produce da generazioni, curiosità legate alla lavorazione dell’uva e ai segreti dell’acetaia custoditi gelosamente dal padre e dal nonno di Cecilia, gli aneddoti legati alla storia del condimento balsamico più famoso al mondo e molto altro ancora.
Un viaggio quotidiano alla scoperta del mondo che ha portato Cecilia Lombardini a produrre oggi i vini e gli aceti lunatici (in vendita sul suo sito), un progetto in cui ha unito la cultura della terra d’Emilia e la produzione alimentare tipica di queste terre con la sua passione per la poetica letteraria del Lunatico.

Annunci

La poetica dei vini e degli aceti lunatici di Ca’ Cecilia Lombardini e la sua passione tradizione culinaria emiliana approdano sul web. Mezza Luna, Aceto Tradizionale di Reggio Emilia, Chardonnay frizzante e le ricette di nonna Roberta sono solo alcuni dei prodotti disponibili sul sito www.cacecilialombardini.it.
Un’area dedicata all’e-commerce, dove l’acquisto richiede solo pochi e semplici click, si affianca alle sezioni dove si narra la storia di Ca’ Cecilia Lombardini, della sua cantina e della sua acetaia, una storia fatta di tradizioni tramandate di generazione in generazione. Dal sito è inoltre possibile accedere direttamente alla pagina Facebook di Ca’ Cecilia dove, oltre alle promozioni e alle offerte relative ai prodotti, è possibile gustare in anteprima alcune tra le ricette tipiche della cucina emiliana.

E’ online il nuovo sito di Spazio Progetto, più di un semplice showroom, di un’area espositiva o di uno spazio commerciale. Spazio Progetto è un vero e proprio contenitore culturale dedicato a progettisti, aziende e privati che, sul sito, potranno trovare tutte le informazioni per esporre i propri prodotti, interagire con chi progetta e offre soluzioni, ma anche pre confrontarsi con professionisti o semplici appassionati del settore.
Design, academy, engineering, energy, art e press: questi gli ambiti a cui viene dato ampio spazio sul sito che, oltre alle informazioni più istituzionali, permette di sfogliare con un click le photogallery degli eventi e di catturare, con un solo colpo d’occhio, tutti i partners che adersicono (e vorranno aderire) al progetto. Non poteva mancare, nell’era della comunicazione social, la possibilità di condividere i contenuti del sito sui propri profili di Facebook, FriendFeed, LinkedIn, MySpace e Twitter.

Introduzione di Vanni Codeluppi e Pasquale Diaferia a “Le città invisibili”, appuntamento inserito all’interno di Com.è, il ciclo di incontri dedicati alla comunicazione e al marketing, che si è tenuto il 13 dicembre 2010. Al centro di quest’ultimo incontro del 2010 i 18 minifilm dei pubblicitari che hanno ritratto Milano attraverso il loro sguardo e il loro estro creativo. Questi cortometraggi hanno dato vita al film “Le città invisibili”, proiettato alla fine del dibattito che ha visto protagonisti, oltre a Vanni Codeluppi, docente di Comunicazione pubblicitaria (UniMoRe) e Pasquale Diaferia, pubblicitario e curatore del film, due dei registi che hanno realizzato i minifilm.